Quando l’ospite è vegetariano

GALATEO

Non vi era mai successo prima d’ora, un amico vegetariano a cena.

Bel dilemma, non si possono fare errori!

Prima di tutto, è arrivato il momento di capire la differenza tra vegetariano e vegano: accertatevi a tal proposito di aver compreso bene quale sia la dieta del vostro amico, per non fare brutte figure.

I vegetariani non mangiano carne o pesce, mentre i vegani oltre a questo non si nutrono di alcun alimento di derivazione animale, quindi no a latticini, uova, e spesso anche al miele. Detto ciò, non è certo complicato organizzare una cena vegana o vegetariana e riuscire a soddisfare eventualmente anche altri commensali onnivori. Anzi, può essere per loro un momento di scoperta verso un differente modo di approcciarsi al cibo, nel rispetto di altri esseri viventi. Su internet sono presenti moltissimi ricettari vegetariani o vegan, davvero allettanti.

E’ sempre meglio optare per un menù che sia uguale per tutti i commensali, ma se nel gruppo è presente qualche “irriducibile”, si possono preparare un paio di portate a base di carne/pesce per evitare scontenti. La cosa importante è rispettare le scelte di ciascuno, astenendosi assolutamente nell’insistere ad assaggiare piatti non graditi.

Non dimenticate che un bravo padrone di casa deve riuscire nell’intento di far sentire tutti gli ospiti a loro agio, evitando di far notare le eventuali differenze alimentari.

In questo potrebbe essere di aiuto la soluzione della cena informale, magari a buffet, che permette di predisporre le diverse portate sulla tavola in modo che ognuno possa servirsi da solo.

L’idea in più per l’occasione è quella di inserire accanto ad ogni portata un cartellino con la lista degli ingredienti utilizzati per ciascuna pietanza.